Adozione di embrioni

Adozione di embrioni

Le coppie in cui entrambi i partner siano affetti da infertilità hanno la possibilità di ricevere embrioni provenienti da un’altra coppia con caratteristiche fisiche simili alle proprie. Questo metodo riduce notevolmente il costo del trattamento.

In un normale trattamento di fecondazione assistita, vari embrioni della stessa paziente vengono incubati contemporaneamente. Tra quelli idonei, uno viene trasferito alla paziente ed il resto viene vitrificato per poi essere utilizzato in cicli successivi.

Una volta raggiunta la gravidanza, la paziente può decidere di donare gli embrioni che non siano stati trasferiti in modo che altre coppie possano usarli nei propri trattamenti.

DI CHE COSA SI TRATTA?

doppia
donazione

La doppia donazione consiste nel trattamento IVF o ICSI con ovociti e spermatozoi entrambi provenienti da donatori. Il processo di creazione degli embrioni è uguale agli altri trattamenti e una volta sviluppati vengono trasferiti alla paziente ricevente.

adozione di
embrioni

Con l’adozione di embrioni saltiamo il processo di fecondazione degli ovociti ed il periodo di incubazione. Gli embrioni sono preventivamente vitrificati e sono pronti per essere trasferiti alla paziente. Il vantaggio è una notevole riduzione del prezzo finale del trattamento.

A CHI E’ RIVOLTO?

  • Coppie eterosessuali in cui entrambi i partner sono infertili o hanno un’incompatibilità genetica.
  • Donne single con riserva ovarica insufficiente o ovociti di scarsa qualità, che non possono sviluppare una gravidanza con i propri ovociti.
  • Donne in cui si sono verificati fallimenti di impianto o aborti ripetuti.
  • Coppia di donne che non possono ottenere una gravidanza con i propri ovociti.

COS’è?

Innanzitutto, viene eseguito un trattamento di preparazione dell’endometrio con estrogeni, in coincidenza con il ciclo mestruale della paziente. Questa fase di solito dura tra i 12 ei 14 giorni, fino a quando l’endometrio raggiunge uno spessore adeguato a ricevere l’embrione.

Lo stesso giorno del trasferimento, l’embrione viene devitrificato in laboratorio e quindi trasferito nell’utero della paziente mediante una cannula molto sottile. È una procedura indolore che viene eseguita senza sedazione.

FAQ

DOMANDE freQuentI
  • Chi può donare un embrione?

Esistono una serie di requisiti necessari per i pazienti che desiderino donare i propri embrioni ad altre coppie. In primo luogo, gli ovuli devono provenire da una donna di età inferiore ai 35 anni, per poter contare con un’alta probabilità di gestazione. Inoltre, si esige sierologia negativa e cariotipo normale.

  • Che compatibilità fisica avrà l’embrione donato con me?

Nel caso della embrio-adozione, cerchiamo anche la compatibilità del gruppo sanguigno e delle caratteristiche fisiche con i pazienti, anche se, ovviamente, non sia possibile, nella maggior parte dei casi, realizzare una selezione tanto esatta come nel caso di ovodonazione o di doppia donazione. IIn questo tipo di trattamento non sarà possibile per esempio utilizzare l’ Ovomatch.