Scroll Top

Che opzioni di fertilità esistono in caso di fallimento ripetuto dell’impianto embrionale?

fallo implantación

In un’alta percentuale di casi, le coppie che hanno problemi di fertilità di  solito raggiungono la gravidanza desiderata grazie ai trattamenti di fecondazione in vitro (FIV).Tuttavia, se dopo aver trasferito tre embrioni di buona qualità in pazienti di età inferiore ai 37 anni o tre  embrioni sottoposti a biopsia in pazienti di età superiore ai 37 anni, non si raggiunge alcuna gravidanza, si parla di un problema  di ripetuti fallimenti di impianto, che possono essere correlati ad anomalie genetiche, malformazioni uterine, problemi endocrini o trombofilia.  alterazioni del sistema immunitario, ecc.

Va tenuto presente che la riproduzione umana è un processo delicato in cui sono coinvolti numerosi fattori ed elementi che devono funzionare correttamente affinché la gravidanza avvenga e sia portata a termine. Purtroppo, le cose non vanno sempre come previsto.

Di solito, questi fallimenti dell’impianto rappresentano momenti complicati per la coppia, e possono generare molta ansia e frustrazione. Ciò non significa che la gravidanza non possa essere raggiunta, ma indica che dovremmo esplorare altre opzioni di riproduzione assistita e trattamenti per migliorare la procedura, in particolare incentrati sul miglioramento della qualità dei gameti.

COME AVVIENE L’IMPIANTO DELL’EMBRIONE?

L’impianto dell’embrione è un processo biologico che consente a un embrione  di impiantarsi nell’utero attaccandosi all’endometrio, che è il tessuto che lo circonda. Se tutto va bene, rimarrà in questo luogo per tutta la durata della gravidanza, che, in circostanze normali, dovrebbe essere di 9 mesi.

Affinché l’impianto abbia successo, l’embrione deve essere di buona qualità e svilupparsi in modo ottimale; l’endometrio deve crescere e maturare; e deve essere stabilita una buona comunicazione tra il tessuto endometriale e l’embrione.

L’impianto avviene il 6° giorno di sviluppo embrionale e termina il 13° giorno. Tra il 2° e il 7° giorno dopo l’ovulazione, si verifica la cosiddetta  “finestra di impianto”,  che è il momento giusto in cui il processo deve iniziare.

COSA SONO I FALLIMENTI RIPETUTI DELL’IMPIANTO?

Si parla di fallimento dell’impianto embrionale quando dopo diversi trasferimenti con embrioni selezionati per la loro qualità, la gravidanza non viene raggiunta.

In questi casi, è necessario eseguire vari test per arrivare alla radice del problema. Il motivo potrebbero essere piccole anomalie anatomiche nelle tube di Falloppio o nella cavità uterina che potrebbero non essere state diagnosticate durante i test pre-trattamento. Possono però anche essere motivi correlati ad alterazioni cromosomiche negli embrioni, problemi alla tiroide, celiachia, carente coagulazione o funzionamento anomalo del sistema immunitario, che impediscono l’impianto dell’embrione.

QUALI OPZIONI DI FERTILITÀ CI SONO IN CASO DI RIPETUTI FALLIMENTI DELL’IMPIANTO?

In caso di ripetuti fallimenti dell’impianto, è molto importante effettuare uno studio approfondito dell’anamnesi del paziente, eseguire ecografie e altre analisi mirate a determinarne la causa, come l’isteroscopia, i test genetici, studi sulla trombofilia, gli esami della tiroide o i test del sistema immunitario.

In alcuni casi, può anche essere necessario ricorrere alla  donazione di ovuli per ottenere ovuli di migliore qualità, raccomandabile nei casi in cui la donna ha un’età avanzata e/o ha una bassa qualità nei propri ovociti. Può però  anche succedere che il problema sia legato alla qualità dello sperma, quindi la soluzione potrebbe essere quella di migliorare la selezione degli spermatozoi o di ricorrere a un donatore.

Inoltre, è consigliabile  prestare particolare cura agli embrioni e trasferirli allo stadio di blastocisti, che avviene intorno al 5° giorno dopo la fecondazione. In questo modo, la natura può “scegliere” gli embrioni migliori e che possono impiantarsi più facilmente nell’utero.

D’altra parte, l’équipe medica potrebbe determinare la prescrizione  di alcuni farmaci  per ridurre l’eccessiva coagulazione del sangue, migliorare la funzione tiroidea o impedire al sistema immunitario di non agire correttamente per l’impianto dell’embrione.

In sintesi, esistono molte opzioni che possono essere utilizzate quando si verifica un problema di ripetuti errori di impianto embrionario. Per questo motivo, è essenziale effettuare una diagnosi corretta per scoprire dove si trova il problema e per poter determinare quale sia la soluzione più appropriata in ogni caso.

Post Correlati