Studi sulla fertilità della coppia: cosa sono?

estudio-fertilidad-pareja-ovoclinic

Circa il 15% delle coppie viene sottoposto a studi per problemi di fertilità in Spagna.

Lo studio deve includere entrambi i membri della coppia, poiché nel 30% dei casi l’origine risiede nella donna, nell’altro 30% negli uomini e in un 20% in entrambi.

Nel restante 20% dei casi di infertilità l’origine è sconosciuta.

Quando farli?

Normalmente si decide di studiare la coppia che non ha ottenuto gravidanze dopo un anno di regolari rapporti sessuali non protetti.

Ma esistono situazioni in cui lo studio inizia prima, per esempio se la donna ha più di 35 anni, con endometriosi, pregressa chirurgia ovariche o malattie genetiche ereditate da uno dei genitori che possa essere trasmessa ai figli.

In cosa consistono?

Per cominciare, lo specialista terrà un colloquio con entrambi i membri della coppia ricavando le informazioni che possano essere importanti per orientare la diagnosi: anamnesi personale, familiare, lavorativa, abitudini tossiche, etc.   A seguire, un’esplorazione fisica ed un’ecografia per scartare la presenza di patologia organica (fibromi, polipi endometriali, cisti ovariche…) o funzionale.

Le prove basiche richieste  sono indirizzate allo studio di tre aree fondamentali:

  1. Conferma dell’ OVULAZIONE  e valutazione  della RISERVA OVARICA.  A tale  fine, il medico può richiedere un’analisi del sangue per misurare determinati valori ormonali ed un’ecografia transvaginale per effettuare una conta dei follicoli antrali.
  2. Conferma della PERVIETÀ  TUBARICA mediante isterosalpingografia, che consiste in una prova radiologica in cui si introduce un mezzo di contrasto radio-opaco attraverso il collo uterino e con cui possiamo, fra le altre cose,  valutare se le tube sono o no ostruite.
  3. Studio del SEME mediante l’esecuzione di uno spermiogramma. Il medico può aggiungere delle prove allo studio in base ai risultati ma ciò dipenderà da ogni singolo caso.

Post Correlati