Posso diventare padre dopo la vasectomia?

vasectomía

La vasectomia, come la chiusura delle tube, è un metodo anticoncezionale permanente. Sono diversi i motivi per i quali si decide di ricorrere a quest’operazione, anche se il più frequente è quando l’uomo decide di farlo per impedire l’instaurarsi di una gravidanza.

In quanto metodo anticoncezionale permanente, se dopo qualche anno l’uomo decidisse di diventare padre, dovrebbe recarsi in una clinica di fertilità e sottomettersi nuovamente ad un intervento chirurgico.

POSSO RECUPERARE LA FERTILITÀ DOPO LA VASECTOMIA?

Una delle alteranative è la vasovasostomia; l’unione dei dotti deferenti che sono stati chiusi con la vasectomia.

In questo modo, è possibile che gli spermatozoi ritornino ad essere presenti nell’eiaculato. È un intervento chirurguco che dura circa 2 ore e che viene realizzato in anestesia locale o sedazione. Uno degli svantaggi di questo metodo è che, anche se il proceso di inversione può essere effettivo, non si può garantire una qualità seminale sufficiente per ottenere una fecondazione in modo naturale.

CHE COS’È LA VASOVASOSTOMIA?

Una delle alteranative è la vasovasostomia; l’unione dei dotti deferenti che sono stati chiusi con la vasectomia. In questo modo, è possibile che gli spermatozoi ritornino ad essere presenti nell’eiaculato. È un intervento chirurguco che dura circa 2 ore e che viene realizzato in anestesia locale o sedazione. Uno degli svantaggi di questo metodo è che, anche se il proceso di inversione può essere effettivo, non si può garantire una qualità seminale sufficiente per ottenere una fecondazione in modo naturale.

TECNICHE DI RECUPERO SPERMATICO

Ad Ovoclinic, utilizziamo varie tecniche di recupero spermatico con l’obiettivo di aiutare i pazienti con una vasectomia o azoospermia a realizzare il sogno di diventare genitori.
Per far fronte a questo tipo di diagnosi di infertilità, è possibile realizzare una delle seguenti tecniche:

  • PESA (Aspirazione Percutanea di Spermatozoi): con l’aiuto di un ago speciale viene perforato lo scroto per poter raggiungere l’epididimo e ottenere il liquido che contiene gli spermatozoi.

  • MESA (Aspirazione Microchirurgica di Spermatozoi): il proceso è molto simile all’aspirazione percutanea ma in questo metodo, si realizza una piccola incisione nel tessuto dello scroto per poter ottenere un maggior numero di spermatozoi mobili dall’epididimo.

  • TESA (Aspirazione Percutanea del Tessuto Testicolare): con questa tecnica, gli spermatozoi si ottengono mediante prelievo, estraendo il liquido dall’interno dei testicoli.

  • TESE (Estrazione chirurgica del tessuto testiculare): a differenza delle tecniche precedenti, in questa estrazione chirurgica si raccoglie un campione di tessuto testicolare. A partire da questo campione, si potranno ottenere gli spermatozoi.

Tutte queste tecniche si realizzano in anestesia locale o sedazione.

COME SI PRESERVA LA FERTILITÀ MASCHILE?

Per evitare un processo chirurgico dopo una vasectomia, esiste la possibilità di criopreservare il liquido seminale (congelare) per conservare gli spermatozoi e utilizzarli in futuro tramite le tecniche di riproduzione assistita.

Allo stesso modo, la preservazione della fertilità maschile viene consigliata a pazienti che per motivi medici si stanno sottoponendo a trattamenti medici aggressivi o presentano una bassa qualità seminale che può compromettere la fertilità.

Se stai leggendo questo articurlo e questo è il tuo caso, non esitare a metterti in contatto con il nostro team di specialisti. Prima visita gratuita.

Saremo lieti di conoscerti e di offrirti la soluzione che meglio si adatti alla tua situazione. 😊

info@ovoclinic.com

Post Correlati