Scroll Top

Se soffro di epilessia, posso rimanere incinta?

epilepsia y embarazo

L’epilessia è una condizione medica che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Se ne soffri e stai pensando di diventare madre, è logico che ti siano sorti molti dubbi e preoccupazioni. È vero che può portare a ulteriori preoccupazioni durante la gravidanza, ma vale la pena notare che  con un’adeguata assistenza medica, molte donne con epilessia possono avere  gravidanze sane e dare alla luce bambini sani.

In questo senso, è molto importante cercare la guida di uno specialista prima di rimanere incinta, in modo che possa adattare il tuo trattamento e darti le indicazioni necessarie. In questo modo, puoi stare tranquilla che la gravidanza farà il suo corso in modo sicuro sia per te che per il tuo bambino.

EPILESSIA E GRAVIDANZA: È POSSIBILE?

L’epilessia di per sé non impedisce a una donna di rimanere incinta, ma è vero che ci sono alcuni aspetti che devono essere presi in considerazione quando si pianifica la gravidanza.

Una delle difficoltà più importanti è rappresentata dal controllo dei farmaci. È necessario trovare un equilibrio tra il controllo della malattia e la riduzione al minimo dei potenziali rischi per il bambino. Ci sono anche farmaci che sono più sicuri quando si tratta di gestazione in modo che la gravidanza vada bene e ci siano meno rischi per l’embrione/feto.

La maggior parte di questi farmaci sono sicuri durante la gravidanza, ma è essenziale che un neurologo o un epilettologo valuti il vostro caso per determinare se sono appropriati e in quale dose andranno assunti. In alcuni casi, il medico può raccomandare dosi più basse o prescrivere altri farmaci alternativi.

COME PIANIFICARE UNA GRAVIDANZA CON L’EPILESSIA?

La pianificazione  è fondamentale quando si soffre di epilessia e si vuole rimanere incinta, in quanto consente di godere di una maternità più sicura e sana, nonostante la malattia. Alcune delle cose più importanti da tenere a mente a questo proposito sono le seguenti:

1. CONSULTARE UNO SPECIALISTA

Prima di concepire, fissa un appuntamento con uno specialista che ha esperienza nel trattamento di donne incinte con epilessia. In questo modo, sarà in grado di rivedere il tuo trattamento e darti le indicazioni appropriate sui farmaci e sui dosaggi.

2. ACIDO FOLICO

El ácido fólico es esencial para prevenir defectos del tubo neural en el feto. Tu médico puede recomendarte tomar suplementos de ácido fólico antes y durante el embarazo.

3. CONTROLLO REGOLARE

Durante la gravidanza, è essenziale sottoporsi a controlli medici regolari per monitorare le proprie condizioni e la salute del bambino. Ciò comporta in genere esami del sangue, esami ecografici e valutazioni del ritmo cardiaco fetale.

Inoltre, si consiglia di condurre una vita tranquilla, mantenere abitudini sane e dormire bene e in quantità sufficiente affinché tutto si proceda per il meglio.

4. SUPPORTO EMOTIVO

La gravidanza può essere un momento emotivamente complesso, soprattutto se si soffre di epilessia. Cercare il supporto di amici, familiari e gruppi di supporto può essere utile per il tuo benessere mentale.

QUALI SONO I RISCHI DI UNA GRAVIDANZA CON EPILESSIA?

Dovresti tenere presente che mentre è possibile avere una gravidanza sana con l’epilessia, ci sono alcuni rischi di cui dovresti essere consapevole. Uno dei più importanti  sono le complicazioni durante il parto, poiché esiste la possibilità di un attacco epilettico. Pertanto, l’équipe medica deve essere preparata, in modo che possano essere prese le misure necessarie per garantire la sicurezza sia della madre che del bambino.

Inoltre, le donne con epilessia sono più a rischio di avere un  bambino prematuro o  di basso peso alla nascita, il che aumenta le possibilità di problemi di salute durante l’infanzia.

Nonostante ciò, ogni anno, migliaia di donne affette da epilessia riescono ad avere gravidanze sane che giungono a termine senza complicazioni; ciò dimostra che, con le cure mediche e un’attenta pianificazione, è possibile affrontare tutti questi rischi e vivere la maternità in modo positivo.

ASSISTENZA AL PARTO E AL POST-PARTUM NELLE DONNE CON EPILESSIA

La pianificazione del parto e dell’assistenza post-partum è altrettanto importante. Il piano di nascita stabilito dall’équipe medica deve essere adattato alle tue esigenze quando si tratta di epilessia. Ovviamente, tutto il personale medico deve essere consapevole in modo  da poter agire in modo appropriato in caso di convulsioni che si verifichino durante il parto. Inoltre, dovrebbero essere prese in considerazione  questioni come la gestione dei farmaci durante il parto, la presenza di un neurologo o di uno specialista dell’epilessia durante il parto e il monitoraggio costante sia delle condizioni della madre che del bambino.

Dopo il parto, è necessario continuare con le cure mediche necessarie e il follow-up per garantire un recupero sano e monitorare eventuali effetti collaterali che il farmaco potrebbe avere. Inoltre, in questa fase, il sostegno della famiglia e degli amici è essenziale. Di fatto, questo può fare la vera differenza nella tua esperienza post-partum.

Post Correlati