Scroll Top

Intervista a Miss Balance su nutrizione e fertilità

Entrevista a Miss Balance

Anno nuovo, sfide nuove. È molto comune iniziare l’anno con una lista di propositi o sogni da realizzare. In Ovoclinic sappiamo che lo sport e l’alimentazione sono presenti nelle liste dei buoni propositi dei nostri pazienti. Ecco perché abbiamo deciso di iniziare questo primo mese dell’anno, chiacchierando con uno dei nostri collaboratori specializzato in salute clinica, digestiva e ormonale delle donne. Stiamo parlando di Lara, meglio conosciuta sui social come @missbalance.

MAMMA E SPECIALISTA IN NUTRIZIONE CLINICA E DIGESTIVA, MA, SOPRATTUTTO, IN SALUTE ORMONALE E FERTILITÀ. COSA TI HA PORTATO A SPECIALIZZARTI IN ALIMENTAZIONE E FERTILITÀ?

Dopo più di 10 anni focalizzati sulla perdita di peso e sulla nutrizione sportiva, ho finito per specializzarmi nella salute dell’apparato digerente per necessità, poiché durante le visite si presentavano sempre più frequentemente problemi che potevano essere migliorati partendo da lì. Personalmente, da quando avevo 20 anni  ho sofferto di squilibri ormonali, e questo ovviamente si traduceva anche in problemi digestivi, quindi tutto ciò che ho consigliato ai miei pazienti era stato precedentemente “testato” da me nella mia quotidianità.

Dopo un po’ ho deciso di diventare mamma, ed è stato allora che ho capito che non era così facile e che dovevo prima ottimizzare i miei livelli ormonali, la salute dell’apparato digerente, lo stile di vita e l’integrazione. Dopo aver seguito il mio piano, nel giro di pochi mesi sono rimasta incinta, e addirittura  ricordo come la ginecologa fosse rimasta sorpresa da quanto fossero “buoni” i miei esami del sangue al mio primo controllo. La gravidanza e il parto furono fantastici, ed ero così appassionata all’intero processo che decisi concentrarmi maggiormente  sulla salute ormonale femminile e sulla consulenza per l’allattamento per  poter aiutare tutte le donne ed i loro partner in questa fase importante in cui di solito ci troviamo così perse.

QUALI SONO LE PATOLOGIE PIÙ COMUNI CHE RISCONTRI LEGATE ALLA SALUTE ORMONALE?

Ci sono molte donne con PCOS (sindrome dell’ovaio policistico) ed endometriosi, così come alterazioni delle ghiandole tiroidee, prolattina… Uno degli obiettivi principali è solitamente quello di migliorare la resistenza all’insulina, riempire la dieta di antiossidanti e sostanze fitochimiche (beta-carotene, polifenoli, isotiocianati…) e ridurre l’infiammazione. Un buon approccio migliorerà la composizione corporea e il microbiota e quindi la salute ormonale.

NOI DI OVOCLINIC SAPPIAMO CHE CONDURRE UNO STILE DI VITA SANO (RIPOSO, SPORT, ALIMENTAZIONE…) È LA CHIAVE PER UNA GRAVIDANZA SANA. CHE CONSIGLIO DARESTI A UNA DONNA O A UNA COPPIA CHE SI STA SOTTOPONENDO A UN TRATTAMENTO DI RIPRODUZIONE ASSISTITA?

Per me ci sono 3 pilastri fondamentali: garantire un buon apporto di fibre sia solubili che insolubili, eseguire esercizio fisico quotidiano, combinando esercizio aerobico e di forza e, ultimo ma non meno importante, migliorare la gestione dello stress, in quanto essenziale per la nostra salute emotiva e ormonale.

In termini di fibre, daremo la priorità ai cereali integrali, all’avena, al grano saraceno, alla frutta, alla verdura, ai legumi, ai semi e anche all’amido resistente. Tutto questo ci aiuterà a regolare la glicemia e a stimolare la secrezione di ormoni che regolano l’appetito, oltre a regolare il profilo lipidico nel sangue e a prendersi cura del nostro microbiota.

L’allenamento di forza è essenziale per creare nuovi mitocondri, che sono le nostre fabbriche di energia, e l’esercizio cardiovascolare migliorerà la circolazione, l’arrivo di nutrienti alle cellule, oltre a promuovere la pulizia delle scorie dal corpo.

Per quanto riguarda  la gestione dello stress, è essenziale considerando che viviamo nella società in cui viviamo. Ogni persona deve trovare la tecnica più adatta a sé, ma cercare di disconnettersi dagli stimoli esterni per qualche minuto ogni giorno, anche se sono 10 minuti in modalità aereo, ridurrà le alterazioni del cortisolo, che è l’ormone dello stress e tutto funzionerà meglio.

UNA DELLE METODOLOGIE CHE SEGUI NEL TUO PROGRAMMA NUTRIZIONALE È QUELLA DI LAVORARE INSIEME SULLA SALUTE INTESTINALE ED EMOTIVA. QUAL È IL RAPPORTO TRA I DUE?

Oserei dire molto. Il sistema nervoso centrale e il sistema nervoso enterico (quello dell’intestino) sono interconnessi, con il microbiota che è fondamentale in questo dialogo.

Per fare solo un esempio, una delle sostanze che più condiziona l’umore è il triptofano, che dobbiamo fornire con la dieta poiché è un aminoacido essenziale, cioè l’organismo non può produrlo.

Il triptofano nell’intestino viene convertito in serotonina, l’ormone della felicità. Il 90% di questo è sintetizzato nell’intestino e la sua carenza avrà un impatto sulle nostre emozioni, sulla depressione e su molti disturbi psichiatrici. L’equilibrio del nostro microbiota è essenziale per la conversione triptofano – serotonina. Se il microbiota non è in ordine, il triptofano si trasformerà in altre sostanze che ci infiammeranno e daranno effetti opposti, come l’ansia. Le sostanze coinvolte sono molte di più, ma è chiaro che  l‘alimentazione è fondamentale per migliorare il nostro microbiota e, quindi, le nostre emozioni e la salute ormonale.

IN UNA COPPIA CHE VUOLE CONCEPIRE, L’UOMO GIOCA UN RUOLO MOLTO IMPORTANTE. HAI NOTATO UNA MAGGIORE PRESENZA MASCHILE NELLE SESSIONI O NEI PROGRAMMI NUTRIZIONALI?

Fortunatamente, sempre più coppie si riuniscono per migliorare la loro dieta. Gli uomini forniscono il 50% del materiale genetico ed è noto che il loro stile di vita e la loro dieta determineranno la qualità dello sperma. In ogni caso, ci sono molte donne che vedo con un senso di frustrazione e impotenza quando vedono come solo loro si stanno impegnando e cercando di apportare tutti i cambiamenti nella loro dieta e nel loro stile di vita. Incoraggio sempre  che almeno una delle sessioni di nutrizione sia congiunta.

UNA VOLTA CHE UNA PAZIENTE RIMANE INCINTA, ESISTE UN PIANO ALIMENTARE PIÙ SPECIFICO CHE INCLUDA I NOVE MESI DI GESTAZIONE E L’ALLATTAMENTO?

Sì, spiego sempre ai miei pazienti che faremo del nostro meglio per offrire un hotel a 5 stelle al bambino durante il suo soggiorno nei 9 mesi di gestazione. Sappiamo che all’interno del grembo materno, i bambini entrano già in contatto con i batteri che faranno parte del loro futuro microbiota. Parlo molto dei primi 1.000 giorni di vita, che sono decisivi per la salute futura di nostro figlio. Quei 1.000 giorni iniziano dal momento in cui vengono concepiti fino all’età di 2 anni. Pertanto, l’alimentazione durante questa fase è essenziale, in quanto determinerà il loro microbiota e, quindi, la loro salute durante l’infanzia e per tutta la vita. Sono molte le coppie che colgono l’occasione per perfezionare le proprie abitudini durante la gravidanza, oltre che per prepararsi ad essere il miglior esempio per i propri figli una volta iniziata l’alimentazione complementare a 6 mesi.

Per concludere, voglio cogliere l’occasione per incoraggiare le future mamme e i futuri papà a responsabilizzarsi il più possibile e a informarsi sull’allattamento al seno e su come dovrebbero essere nutriti i loro figli, poiché purtroppo c’è ancora molta disinformazione a riguardo.

Post Correlati